Avete capito bene?

Avete capito bene o ve lo devo spiegare io?

La Legge 40 sulla procreazione assistita vieta la diagnosi pre-impianto per i genitori portatori di malattie genetiche. Ergo: non hanno la possibilità di non far patire al figlio la loro stessa malattia.

La Corte di Strasburgo ha definito la nostra attuale legge incoerente, cioè una scemenza, perché la stessa legge permette, per i genitori portatori di HIV, di fare l’analisi pre-impianto. Mica si sta parlando di voler il figlio alto, biondo e occhi azzurri come voleva quel folle di Hitler. Né si impone a nessuno di farla l’analisi pre-impianto. Libera scelta, dunque. Ma in Italia no, come al solito.

Bagnasco, che fa parte del Vaticano che è l’unico Stato ancora esistente in cui vige la monarchia assoluta, critica che la magistratura Italiana è stata superata. Ah, il Vaticano è uno Stato a parte, estero. Non è Italia. E poi parla proprio uno degli esponenti di quel governo che per decenni ha taciuto sui casi di pedofilia nel mondo intero non denunciando alle forze dell’ordine i casi di abuso perpretati dal clero?

“Con divieto di ritorno nel comune di Belluno per anni 3.”

Ho letti i seguenti articoli:

  1. Belluno, denunciati posteggiatori abusivi al San Martino
  2. La Polizia allontana due cittadini rumeni
  3. La Polizia di Stato controlla il feltrino

Quindi se un tizio vestito di nero chiede di entrare in casa mia per buttare un po’ di acqua, in nome di un essere invisibile, pretendendo soldi … posso chiamare la polizia così non potrà più tornare nel mio Comune per 3 anni, giusto?

beato lui

Il dittatore alla beatificazione di Wojtyła
Robert Mugabe, autocrate dello Zimbabwe, sarà ospite a San Pietro. giornalettismo

La Chiesa approvò Guantanamo. cablo di WikiLeaks rivelano che, ai tempi di Wojtyla, in Vaticano si discusse dei trattamenti disumani inflitti nel campo di prigionia illegale: e alla fine fu deciso di appoggiare comunque la mano dura degli Usa. l’espresso

Giovanardi pensa di vivere in Ungheria

«Contrasta a gamba tesa contro la nostra Costituzione, offensivo, di cattivo gusto. L’Ikea è libera di rivolgersi a chi vuole e di rivolgere i propri messaggi a chi ritiene opportuno. Ma quel termine “famiglie” è in aperto contrasto con la nostra legge fondamentale che dice che la famiglia è una società naturale fondata sul matrimonio, in polemica contro la famiglia tradizionale, datata e retrograda». Giovanardi, 23 Aprile 2011

Ah sì? Articolo 3 della Costituzione Italiana in vigore

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese

Mentre nell’articolo 29

La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio.
Il matrimonio è ordinato sull’eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell’unità familiare

Non si parla di differenza di sesso nella nostra Costituzione, almeno che Giovanardi non viva in Ungheria e non si stia basando sulla Costituzione appena varata in cui al centro c’è un integralismo cattolico, fascista, razzista, misogino, omofobo, dittatoriale.

PS Ah, naturalmente tutto il clero cattolico è felicissimo delle decisioni prese in Ungheria.

The Medusa Touch

Mi sono appena guardato il Tocco Della Medusa. Ed è appena cominciato Report su Rai 3.

Ecco, la piccola assonanza. Non guardo Report altrimenti mi metterei a compiere il lavoro sporco di Dio facendo crollare le mura sulle loro teste colpevoli e far saltare in aria le centrali nucleari.

Se solo fossi un uomo in grado di provocare disastri.

Doppiopesismo sessuale

Scusate ma devo fare l’avvoltoio (dopo andrò a vomitare). Quando una bambina di 11 anni è stata violentata da Don Luciano Masseferro l’intera comunità cattolica ha accusato la vittima, e pure la madre, con termini che non sto qui a riportare per decenza (si legga qui per un’analisi storiografica più approfondita).

Quando invece han scoperto che Yara Gambirasio è morta, senza essere stata violentata né prima né dopo la morte, e i preti questa volta, forse, non c’entrano subito a proclamarla santa perché ha difeso la sua verginità.

Un sonoro vaffanculo al doppiopesismo è d’obbligo: se ti violentano è colpa tua che sei una puttana, se non ti violentano sei una santa.

Aborto

in questo paese degli uomini che hanno fatto voto di castità decidono sul corpo delle donne come fosse loro proprietà. Se però loro per trasmettere, in ogni dove, quella merda di Radio Maria han provocato morti e aborti tutto bene.

Poi ti ritrovi un governo succube del voto dei cattolici che per non perdere voto si inchina, riverente. Piegando le leggi del corpo umano.