Avete capito bene?

Avete capito bene o ve lo devo spiegare io?

La Legge 40 sulla procreazione assistita vieta la diagnosi pre-impianto per i genitori portatori di malattie genetiche. Ergo: non hanno la possibilità di non far patire al figlio la loro stessa malattia.

La Corte di Strasburgo ha definito la nostra attuale legge incoerente, cioè una scemenza, perché la stessa legge permette, per i genitori portatori di HIV, di fare l’analisi pre-impianto. Mica si sta parlando di voler il figlio alto, biondo e occhi azzurri come voleva quel folle di Hitler. Né si impone a nessuno di farla l’analisi pre-impianto. Libera scelta, dunque. Ma in Italia no, come al solito.

Bagnasco, che fa parte del Vaticano che è l’unico Stato ancora esistente in cui vige la monarchia assoluta, critica che la magistratura Italiana è stata superata. Ah, il Vaticano è uno Stato a parte, estero. Non è Italia. E poi parla proprio uno degli esponenti di quel governo che per decenni ha taciuto sui casi di pedofilia nel mondo intero non denunciando alle forze dell’ordine i casi di abuso perpretati dal clero?

Festeggiate pure, hallelujah

In the name of God, Italy and Europe, go! Financial Times, 4 Novembre 2011

The end of Berlusconi. Hallelujah. The Economist, 13 Novembre 2011

Sì, se n’è andato: Hallelujah. Ma non per carità di noi poveri Italiani che non lo volevamo. Ma solo perché l’economia Italiana rischia, tutt’ora, di mandare in malora l’equilibro economico Europeo e, perché no, quello mondiale.

Quindi: lui non se n’è andato per il nostro bene ma perché pure le sue aziende rischiavano grosso. Loro non lo volevano perché non faceva gli interessi economici delle banche. Parola del Time

The Man Behind the World’s Most Dangerous Economy. The Time, 11 Novembre 2011

A noi non ci rimane che Monti. Che dovrà eseguire i diktat della BCE e applicare tutto quello che avevano in testa Reagen, Thatcher e che ha mandato in malora il Sud America.

Intanto voi festeggiate, ma B. non ha perso le elezioni. È stato scaricato dai suoi perché improponibile di fronte al mondo. Altri ancora lo vogliono. E lui, molto probabilmente, cavalcherà ancora la scena politica.

Ragioniamo come loro

Lasciamo perdere il fatto, per un momento, che il casino sia successo solo da noi. Che cioè solo da noi i gruppi di teppisti non sono stati fermati dalla polizia, che non sa mai nulla nonostante i servizi segreti, prima della manifestazione ma solo dai manifestanti che, purtroppo, non sono riusciti a fare il lavoro delle forze dell’ordine.

Lasciamo perdere che, una volta entrati nella manifestazione, sono stati lasciati indisturbati a fare quel cazzo che volevano e la polizia non li ha fermati.

Che le cariche da bambini-tana-libera-tutti della polizia hanno fatto il gioco dei teppisti con il casco. Per ore sono andate avanti e indietro fra cariche e ritirate della polizia. Che c’erano più camionette impazzite che forze dell’ordine ad arrestare i delinquenti.

Che ci sembra di aver visto questo teatrino al G8 in cui nessun black-bloc è mai stato arrestato.

Prendiamo per buona le teorie fantasiose degli altri giornali, il Giornale o Libero, secondo la quale i manifestanti erano tutti violenti o spallegiatori. E che quindi ieri Roma è stata invasa da un’orda di 100mila uomini armati pronti a tutto che hanno massacrato qualsiasi cosa al loro passaggio che neanche Attila …

E poi? Ora cosa facciamo? Arrestiamo 100mila persone visto che tanto ne abbiamo le facce riconoscibilissime tra social network e riprese TV? O la prossima manifestazione sarà vietata per evitare disordini? O arresti preventivi di massa (ricordate Gasparri qualche anno fa?).

Siete sicuri di voler vivere nella dittatura alla quale state dando un grande contributo?

Oppure la prossima volta i manifestanti li lasciate sfilare pacificamente come dice la nostra Costituzione e arrestate prima i teppisti? Sono lì ben visibili, sono gli unici con il casco e la spranga. Perché volete che il casino sia successo solo da noi che neanche in Cile si sono menati?

Così la prossima volta parleremo di contenuti e non di violenze. O sennò la prossima volta non ci sarà nessuno a raccontarle, le violenze.

Mangiamoci le brioche

Non sono un economista né un tuttologo ma mi paiono chiare alcune cose.

In questa manovra si taglia sui servizi sociali e sulla scuola come vogliono le teorie dei Chicago Boys (che han funzionato bene con Pinochet vero?). Tolgono olio e carburante al motore che serve per trainare un paese in avanti.

Per non far pagare chi né è pieno, di soldi, aumentano l’IVA dal 20 al 21% che aumenterà l’inflazione e quindi il prezzo dei beni. Sì, ai ricchi abbiamo detassato di tutto e fatto fare grandi opere con soldi pubblici in linea con le teorie applicate da Reagan. Tutto questo sperando che i ricchi reinvestissero quei soldi per la comunità. Come si è visto loro sono diventati sempre più ricchi, noi sempre più poveri e con meno diritti. Poi ce la prendiamo con gli extra-comunitari …

Per l’appunto gli immigrati irregolari pagheranno di più per i trasferimenti monetari con l’estero ma, la stella Lega Nord, non si ricorda che col suo Pacchetto Sicurezza gli immigrati irregolari, se provano a fare un trasferimento, vengono intercettati dalle società e denunciati alle forze dell’ordine.

Nella costituzione vogliono ficcare il pareggio di bilancio come, in generale, le teorie del Washington Consensus, che han funzionato benissimo in America Latina vero? Ah, quelli che adesso vanno matti per il pareggio di bilancio sono parte di quei socialisti che si sono divertiti a moltiplicarlo.

Fra un po’ ci consiglieranno di mangiare le brioche.

Squola

Ci vuole un certo ingegno per cercar di rendere la società ancora più povera. Quella di renderla serva, vuol dire ignorante.

Per esempio in Provincia di Belluno tolgono l’Unico, un abbonamento rivolto agli studenti. Oppure non vengono tenuti sotto controllo i prezzi dei libri scolastici (che tutti si chiedono perché devono sempre essere nuovi).

Un buon popolo è un popolo ignorante.

Responsabilità

Sul serio, vogliono farci credere di tutto. Che Anders Behring Breivik fosse spinto dai videogiochi e le rivolte londinesi dai social network.

E quindi bisogna censurarli.

Sul serio la gente si fa prendere per il naso da queste spiegazioni che nascondono realtà ben più ampie?

Ci vuole un certo coraggio

Ora, secondo Santanché e Romani, il voto sul nucleare appoggia le manovre di Governo. Sì, intendono la manovra che in realtà serviva per affossare il Referendum. Lo disse lo stesso Berlusconi.

Secondo il Giornale, invece, la gente è andata a votare per la paura del nucleare e si è ritrovata tre schede in più. Secondo loro ha vinto la paura.

Il bello è che prima, prima del referendum, nessuno ha tifato per il NO ma solo per l’astensione. Mentre negli altri paesi si ammazzano per ottenere il voto qua da noi ti dicono di non andarci a votare. Il Governo del fare non ti vuol far sapere che cazzo fa e perché difendere le sue decisioni.

Praticamente ci stanno ancora prendendo in giro. Stanno trattando da asini il 57% degli Italiani con età superiore ai 18 anni.

Ci vuole un certo coraggio.