Invisibile

È quando esclami “Buongiorno!” al socio commerciale che prende paura perché non ti aveva visto.

È quando ti giri in sala caffé e la centralinista prende un infarto perché pensava non ci fosse nessuno.

È quando stai decine di minuti con le cameriere che vanno avanti e indietro senza notarti e tu come un cretino con che alza la mano “Scus … Scus …”.

È quando tua sorella entra dalla porta, tu stai uscendo, lei non ti vede e urla “Ahhhhhh ma CAZZO!”

È quando tuo papà si gira e prende paura perché non ti aveva visto o quando tua mamma fa le pulizie e non nota che sei da un’ora sul divano o, in generale, i tuoi si chiedono dove cazzo sei quando ti sono passati entrambi davanti tutta la mattina.

Ecc…

Ultimamente mi sento il protagonista di una puntata di Buffy.

Un anno di lavoro

Oggi a pranzo il titolare mi ha accennato che, per dovere di contratto di apprendistato, dovrò frequentare, da remoto, dei corsi più test finale. Me lo viene a dire a ridosso del 1° aprile cioè ad un anno dall’assunzione. Il che non sarebbe nemmeno corretto: il corso dovrei farlo annualmente quindi siamo già fuori tempo massimo.

Poi ho pensato … prima che io proponessi il contratto di apprendistato, dove ci guadagnano più loro mentre a me non cambia quasi nulla, si era parlato di un’assunzione di un anno come periodo di prova.

Quindi devo dedurre, al di là di ogni ragionevole dubbio, che abbia passato il rodaggio aziendale. E devo supporre che il corso tramite e-learning lo dovrò fare comunque in ditta per essere sempre disponibile e non perdere ore di lavoro. Beh mah … qualche giorno potrò pur seguirlo anche da casa no? Mi risparmio 30km che di questi tempi, a parte Opel Corsa Ecoflex che non consuma un cazzo, non è mica da ridere.

Comportamento razzista

È quando:

  • hai un titolo di studio in più, soprattutto una laurea, quindi qualsiasi decisione presa a livello mondiale, di livello tecnico, è tua responsabilità. Poi se non sei Dio con la bacchetta magica a risolvere i problemi, molte delle volte causati dagli altri, sei bersaglio di sfottò;
  • sei ingegnere e quindi sei direttamente responsabile degli shuttle che esplodono in volo, dei disastri ambientali dove l’uomo ha costruito dighe, delle decisioni del titolare;
  • sei informatico e qualsiasi cosa riguardante i pc è direttamente tua responsabilità, che sia windows che crasha o la posta che non arriva ma non sei tu ad aver installato il primo o la seconda;
  • fai il programmatore e qualsiasi programma esistente nel pianeta, o acquistato dalla ditta, è tua responsabilità se fa cagare, è instabile e non è dotato di un’intelligenza artificiale per venire incontro alle limitate capacità cerebrali dell’utente che, a occhio, non sa né leggere né scrivere;
  • usi linux ed è tua responsabilità se qualcuno lo ha provato ma non è in grado, lui, di usarlo perché non è windows.

Ah, ma pensavate degli albanesi stupratori o dei rom ladri?

Non offendete la mi intelligenza

Succede che non intrallazandosi con i colleghi di lavoro, un po’ come succede con tutte le micro-società, le persone parlino e sparlino alle spalle di quelli non presenti inventandosi dei fatti o, semplicemente, ingigantendoli

Oggi arrivo al lavoro e nel mio posto auto, ci parcheggio da quando ho la macchina nuova, mi sono trovato un bancale. Uhm, di solito mi metto di fianco a Miss Simpatia che stamattina aveva l’auto del marito.

Non ho resistito a chiedere se le stampe delle fatture mostravano la descrizione estesa della causale per sapere cosa ci faceva “quel coso di legno” nel parcheggio. “Perché mi serve dopo”. Avrei voluto rispondere “Non offendere la mia intelligenza, se dovete sparlare alle spalle che sono totalmente handicappato a fare manovra mi sta anche bene ma almeno dimmi in faccia che non ti fidi che parcheggi là!”. Invece mi sono accontentato di un “Mhhmm”.

Fatto bene? Male?

Anche perché ho avuto la riprova, andando a pranzare a piedi, che tale bancale è stato spostato dalla Contabile per parcheggiare, quando sono tornato era tornato al mio posto per rivederlo spostato sul prato quando me ne sono andato stasera.

Le persone hanno bisogno di quelli come noi che se ne stanno per i cazzi loro, così possono sentirsi superiori a sparar stronzate nei nostri riguardi “guarda quello è mona” e poi come si sentono? Meglio?

PS vince un premio chi sa elencarmi i due film dai quali ho preso spunto. Non servono indizi.

Oggi

Oggi ho perso qualche anno di vita e anche la capacità di procreare.

Sapete quel famoso lavoro di personalizzazione che mi sta stressando da ottobre dello scorso anno? Beh, il server 2003, su cui è c’è il gestionale e database o forse è l’uno e non l’altro, si è incragnato di brutto (BSOD) dal cliente. Sembra colpa di un antivirus, di cui non faccio il nome. Per fortuna non me ne occupo e quindi vivevo nel mio stato di “sto programmando: non guardate me”.

Però dopo mangiato è venuto il turno. Compilo l’ennesima versione della bpl, la passo al titolare che la prova in loco e ta da! Non va un cazzo. Nessun messaggio di errore ma semplicemente … il gestionale non vedeva nessuna delle mie personalizzazioni. Tipica mezz’ora di panico poi risolta, non so come, riprendendo il progetto di compilazione della bpl della mattina. Questo evento l’ho classificato come mistero della fede oppure come un x-files.

Oltretutto, oggi, mi sembra di vivere nel film The Fog di John Carpenter. C’è un umido nella mia provincia che non avete idea.

è di berlusconi

Accendi la TV e, che sia pubblica o privata, stai guardando un programma di berlusconi. Tifi una squadra di calcio ed è di berlusconi. Compri una rivista, un giornale, un libro o vai al cinema ed è stato stampato, distribuito o proiettato da berlusconi. Accendi un mutuo o pensi ad una pensione integrativa e sei in una banca di berlusconi. Prendi un politico a caso è, o diventerà, come o di berlusconi. Entri in un palazzo e lo ha costruito berlusconi. Fai il pirla o racconti una barzelletta imitando berlusconi. Se sei un comico satirico devi parlare di berlusconi. Se sei un giornalista o fai il tuo lavoro parlando di berlusconi o lecchi il culo di berlusconi. Se hai un blog almeno un post al mese è di berlusconi. Vai all’estero e pensano subito a berlusconi. Se sei un mafioso o un fascista o un craxiano o un piduista hai fatto carriera politica con berlusconi. Se non abiti in italia, per offendere il tuo governo, lo paragoni a quello di berlusconi. Prendi un tizio dalla strada semi-analfabeta, disoccupato, operaio, cattolico, del clero vota, ma non lo ammetterà mai, berlusconi. Vai in parlamento e al senato ed è di berlusconi.

L’Italia è di berlusconi.

Il giorno del giudizio

Domani sarà una giornata favolosa al lavoro.

Devo finire gli ultimi ritocchi essenziali, mai testati se non dal titolare, della personalizzazione del gestionale (le cose in più verranno man mano).

Vale a dire che ho avuto meno di tre mesi per personalizzare: bolle, fatture, ordini, stampa etichette colli, movimenti di vendita e chi più ne ha più ne metta. Ovviamente toccando questi programmi ho modificato praticamente tutto il gestionale perché ho dovuto adattare i datamoduli (chi usa Delphi sa di cosa sto parlando) alle varie specifiche. Il 10 di questo mese tutto dovrà funzionare a regime per un nostro importante cliente.

Visto e considerato che sono l’unico programmatore designato (a parte gli aiuti fondamentali di un collega quando mi impantano perché ho il cervello letteralmente fuso) non mi sono preso ferie, se non un’ora di permesso, e non ho fatto altro che straordinari. Mi posso considerare uno stakanovista di tutto rispetto.  Se, di quello che ho fatto io, funzionerà tutto, a parte le solite monate, mi spetta un riconoscimento o no?